TinyDropdown Menu BonBook: Recensione: Fated di Jessica Spotswood

sabato 13 dicembre 2014

Recensione: Fated di Jessica Spotswood

Buonnn Giorno!!!!!!!
 Come state??' si avvicina il natale e tra poco si chiuderà il Giveaway per chi non avesse ancora partecipato si affretti la prossima settimana c'è l'estrazione!!! ... Oggi giornata all'insegna delle streghe con la serie Cahill.... ottimo argomento prima di natale non trovate XD!



Titolo: Fated
Autrice: Jessica Spotswood
Editore: Sperling&Kupfer
Serie: The Cahill Witch Chronicles #3
Voto
:

Trama

New England, fine Ottocento. Una terribile febbre sta decimando la popolazione, ma le sorelle Cahill - Cate, Maura e la piccola Tess - non possono fare nulla per arginare la malattia. Con la Confraternita pronta a mandare tutte le donne sospettate di stregoneria direttamente al patibolo, sarebbe troppo pericoloso usare i loro poteri e rischiare di essere scoperte. Ma per Cate questa non è la sola preoccupazione. Un incantesimo l’ha infatti cancellata dalla memoria di Finn, il ragazzo che ama. Combattuta tra proteggerlo o farlo nuovamente innamorare di lei, di una cosa è certa: non potrà mai perdonare sua sorella Maura, così assetata di potere da essere disposta a tutto, anche a tradirla. E mentre le visioni di Tess portano presagi di morte, il compimento della profezia sembra sempre più vicino: una sorella ne ucciderà un’altra prima che arrivi il nuovo secolo…

Cosa ne penso….

Con questo capitolo si conclude la serie dedicata alle sorelle Cahill, attendevo questo libro da quasi un anno ed ero giustamente curiosissima di sapere come si sarebbe conclusa la serie!! Il libro riparte subito dopo la conclusione del secondo capitolo, Cate è amareggiata per quello che Maura ha fatto su i ricordi di Finn, anzi più che amareggiata è super incavolata …..Beh chi non lo sarebbe…. La
capiamo .. poverina … ma la bella Cate non si piange di certo addosso … una delle cose che amo di più di quest’autrice è sicuramente la costruzione dei per la loro vericità…. Cate odia, prova rancore, si sacrifica sa cosa è giusto e sbagliato…. nel corso della serie possiamo vedere la sua evoluzione, se nel primo capitolo era terrorizzata da tutto ciò che riguardava la magia, nell’ultimo diventa un vera esperta in campo  e riesce anche a specializzarsi in un determinato settore: infermieristica…subisce una vera e propria evoluzione che la porta spesso ad essere protagonista delle azioni che escogita per salvare le ragazze della sorellanza… si perché il libro è tutto un salvataggio ….le sorelle, il popolo, i bambini malati… ecc…
La cosa innovativa del libro è forse che il vero protagonista del libro è il rapporto tra sorelle e non la solita storia d’amore …. Diciamocelo è noioso sempre e solo la storia d’amore… capiamo finalmente alcuni comportamenti di Maura, che è sempre stato un personaggio odioso e rancoroso, beh adesso capiamo anche il perché… penso che un po’ a tutti Maura abbia fatto saltare i nervi… alcune volte sarei voluta entrare nel libro schiaffeggiarla e poi uscire veramente … ma in questo libro è stata molto più sopportabile, per quanto riguarda Tess invece c’è una maggiore consapevolezza di se stessa, come molto spesso fa notare lei stessa … si vuole sì distaccare dalle gonne di Cate per creare un indipendenza nuova e una maggiore crescita emotiva… ATTENZIONE POSSINILI SPOILER Nonostante la giovane età ha un notevole peso da sostenere sulle spalle, cioè quello di essere l’oracolo, e quindi il punto di svolta per le streghe, Cate è combattuta tra tutte queste novità che le piombano addosso la voglia di tornare alle origini è tanta ma una volta iniziata la battaglia non si può più tornare indietro….
In Fated si ha una nuova visione dell’intera sorellanza, in questo libro finalmente conosciamo un po’ dei caratteri che la abitano, mi hanno sorpreso sia Rilla e Mei, diciamo che la prima da svambitella quale era assume una vera e propria verve combattiva la seconda diventa una e vera e propria paladina… viene poi introdotto il personaggio di Alistar Merriweather e sua sorella Prue … lui direttore di un giornale clandestino.. spiritoso e molto affabile, lei era rinchiusa ingiustamente a
Harwood… mi sono piaciuti moltissimo anche i battibecchi tra Merriweather e Rilla … la parte che forse attendevo di più era l’incontro tra Finn e Cate…ok, forse non lo avete ancora capito ma io sono pazza per quei personaggi unpo nerd… e  Finn è un nerd d’annata XD, no scherzo ma è un ragazzo così carino appassionato di libri e scrittura … un ciccinoo in poche parole… ok dopo questi vaneggiamenti torniamo in carreggiata …. Dicevo l’incontro tra Cate e Finn è molto atteso, i desiderio di lei di svelargli il loro passato è forte ma anche quello di proteggerlo dalle grinfie di Ines, però da una parte è triste vedere che quella complicità che c’era negli altri libri si perde irrimediabilmente, ci sono si piccoli gesti che però non sono minimante paragonabili alle belle scene di Wicked e Cursed… cioè sono giustamente più moderate ma lasciano quel sapore agro-dolce…. Il finale non è un vero e proprio finale … lascia molte cose in sospeso… non sono contro i finali aperti ma almeno dare una tratto un po’ più definitivo alla storia di Cate e Finn era preferibile, però come dicevo l’autrice predilige dare più spazio al tema del’affetto tra sorelle, e quindi sono un pò contrariata perché fin merita un finale con i fiocchi perché lui è speciale XD!

 Allora cosa ne pensate di questa bellissima serie??... la conoscete o avete intenzione di iniziarla?

I segreti delle sorelle Cahill

Fated

Jessica Spotswood

Jessica Spotswood è nata in una piccola cittadina della Pennsylvania, dove nuotava, suonava il clarinetto, imparava copioni per le recite scolastiche o leggeva un libro.
Scrive da quando era bambina ma ha studiato teatro all’università.

Adesso vive a Washington, DC con il marito e un gatto di nome Monkey.

6 commenti:

  1. Ciao!^---^
    Non ho ancora iniziato la serie, ma se dici che è bellissima DEVO!*--*

    RispondiElimina
  2. Ciao Marti :) Io vorrei tanto iniziare questa serie!!! L'ho adocchiata da un po' ma non mi è mai capitata sotto mano... come dici tu, storie basate solo sull'elemento romantico annoiano, quindi sarei felice di leggere qualcosa di diverso, che parli del rapporto fra sorelle come questo libro :)

    RispondiElimina
  3. Ciao Marti!!! Sono davvero curiosa riguardo a questa serie...come dici tu dopo un po' storie solo basate sull'elemento romantico annoiano, quindi mi piacerebbe molto provare con questa :)

    RispondiElimina
  4. Anche io ancora devo iniziarla, ma la tua recensione non lascia dubbi! ^^

    RispondiElimina
  5. La cover tedesca è bellissima *-*

    RispondiElimina
  6. Sto leggendo anche io ** Quanto mi piace **

    RispondiElimina