TinyDropdown Menu BonBook: Recensione: I segreti di Coldtown di Holly Black

sabato 25 ottobre 2014

Recensione: I segreti di Coldtown di Holly Black

Titolo: I segreti di Coldtown
Autrice: Holly Black
Editore: Mondadori
Serie: Autoconclusivo
Voto:


Trama

Ti svegli la mattina dopo una festa: sei stesa in una vasca da bagno, la tenda tirata, intorno un profondo silenzio.
Gli altri staranno ancora dormendo? Quando ti alzi e giri di stanza in stanza, scopri che durante la notte è successo qualcosa di tremendo. Legato a una sedia, trovi un misterioso ragazzo dagli occhi rossi. Vicino a lui, vivo e ammanettato, c'è Aidan, il tuo ex: appena provi a liberarlo, ti assale in preda a una fame atavica.
Tutto questo non è normale, neppure se ti chiami Tana e sei nata in un mondo molto simile al nostro, un mondo in cui le persone si trasformano in mostri assetati di sangue e vivono confinati nelle Coldtown. Li chiami vampiri, ma potrebbero avere anche altri nomi. Molti di loro sono celebrità, li trovi ogni sera in televisione: tutti i canali trasmettono in diretta le loro feste più trasgressive. Ora non puoi più evitarli, e hai solo ottantotto giorni per salvarti: ma a quanto sei disposta a rinunciare per tenere in vita ciò che non vuoi perdere?

Cosa ne penso …..

Finalmente un romanzo fantasy autoconclusivo, devo dire che a volte le serie infinite stancano, o perché smettono di pubblicare i seguiti oppure perché alla fine un libro assomiglia all’altro, la Black è stata ingegnosa a creare un libro singolo travolgente pieno di suspance, in pratica non è il solito libro trito e ritrito su i vampiri, ci siamo un po assuefatti all’immagine del vampiro bello e pericoloso su cui ormai hanno scritto anche su i muri, la Black crea una nuova razza intermedia tra vampiri e umani, i Freddi, sono umani infetti, cioè morsi da un vampiro e in bilico tra la vita e la morte un idea geniale ed innovativa che ho apprezzato moltissimo.
Tara si sveglia in una vasta da bagno in uno dei soliti party organizzati dagli amici, al risveglio girovagando per casa si accorge che c’è stato un vero e proprio massacro, sicura di essere l’unica sopravvissuta si organizza per una rocambolesca fuga, e qui ritrova in suo ex fidanzato, Aidan, diventato Freddo legato ad un letto e un vampiro, Graviel, incatenato alla sponda del letto, sembra quasi una scena comica, il cane il gatto e il topo, prendendo una decisione folle Tara decide di salvarli entrambi, ma un momento prima di partire viene attaccata da i responsabili del massacro e viene graffiata, essendo quasi certa di essere stata infetta decidere di entrare nella Coldtown, cioè una zona recintata dove vengono mandati i Freddi, che se per 88 giorni non bevono mai sangue posso tornare umani, in queste città vivono vampiri e umani a stretto contatto, tra feste e morti da sole, tara decide di accettare questa avventura.
Tra un viaggio on the road e vari incontri bizzarri i nostri protagonisti, arrivano nella più vicina Coldtown, dove è facile entrare ma non tanto semplice uscire….
Un libro che ho divorato, la Black fa scelte stilistiche davvero apprezzabili, vi erano capitoli di “pausa” dove si narrava del passato di Tara, di come è iniziata la sua relazione con Aidan, oppure di quando è stata morsa dalla madre ormai diventata Fredda, o erano capitoli dedicati ai pensieri di Perl, sorellina di Tara, a post di Midnight o semplicemente al lungo passato di Graviel, ho apprezzato la scelta di mettere questi capitoli pausa, era come un piccolo breck pubblicitario, così aumentava l’attesa per la curiosità di sapere come continuasse la storia.
Tara come personaggio nel corso del libro ha una vera e propria evoluzione, è il personaggio meglio costruito, inizialmente è sconvolta da i fatti che la vedono protagonista poi piano piano inizia ad acquistare un carattere sempre più combattivo, da vera e propria eroina che si batte per le ingiustizie e
per i propri cari, Graviel al contrario è un personaggio misterioso e pineo di risorse, mi ha stupito molto lo scontro finale che lo vede protagonista, un vero e proprio colpo di scena. Il vero genio è però la Black, che crea personaggi secondari i quali avrei dedicato libri interi, Aidan è un contro senso vivente ( anzi morto vivente)  cambia a seconda del vento è molto particolare, l’unico suo punto fisso è che non vuole rimanere solo ma non è un rivale di Graviel, quindi non c’è nessun triangolo amoroso, ambiguo bisessuale, spiritoso è un personaggio che o si odia o si ama, poi entrano in scena Valentina e  Jameson due personaggi che ho veramente amato! …. Lui combattivo e sempre pronta all’azione, lei ultra femminile e innamorata persa, ma lei in realtà è  un ragazzo… cioè è la prima volta che trovo una situazione del genere in u libro fantasy è l’ho adorata!!!!!!!!! Volevo sapere di più su di loro… ma quel poco che è stato scritto è davvero dolce e carino..!
Per concludere l’autrice ci regala un finale aperto che può assumere tantissime sfumature…. Ho apprezzato il fatto che non abbia dato il solito finale scontato che tutti si aspettano, ma un finale che può diventare ciò
che il lettore vuole!

L’autore

Holly Black è tra gli autori bestseller del New York Times, ha esordito nel 2002 e da allora ha pubblicato numerosi romanzi.

È autrice, insieme a Tony DiTerlizzi, della saga Le cronache di Spiderwick, da cui è anche stato tratto un film. Vive in Massachusetts con il marito Theo, in una casa con una biblioteca segreta.

12 commenti:

  1. Uhhhh sono così curiosa di leggere questo libro!!! Ne hanno sempre parlato tutti bene e una storia sui vampiri non convenzionale mi attira sempre, nonostante il fatto che non siano proprio il mio genere di creatura preferita ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si guarda non è nemmeno la mia ma apprezzo sempre un bel libro fantasy, scritto con i fiocchi!

      Elimina
  2. Sono davvero curiosa di leggerlo anche io! ^_^

    RispondiElimina
  3. Mi hai fatto venire voglia di leggerlo subitissimo! Ce l'ho e devo proprio decidermi ad iniziarlo, soprattutto visto che è un autoconclusivo *-*
    La trama poi mi intriga troppo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vai e non te ne pentirai!.... la Black mi sta piacendo sempre di più!

      Elimina
  4. Bellissimo questo libro, mi ha fatto conoscere e innamorare dello stile della Black :3 Jameson e Valentina!! *_* Tana è un bellissimo personaggio femminile, diverso rispetto alla solita "Bella"... peccato per il finale, io invece penso che con 10,15 pagine in più sarebbe stato perfetto!

    @Giada: leggilo immediatamente!!! XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si avrei preferito anche io una conclusione più lunga solo per sapere di Jameson e Valentina... ma non mi è nemmeno dispiaciuto un finale aperto ... una novità cosi per dire.... !

      Elimina
  5. tutti parlano benissimo di questo libro! una mia amica con gusti simili ai miei però l'ha letto e non le è piaciuto! ç__ç non so se gli darò una possibilità!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ummm ti dico provalo almeno per farti un idea tua... a me ha sorpreso per molti aspetti innovativi!

      Elimina
  6. Ho adorato I segreti di Coldtown *_* con questo libro ho conosciuto la Black!
    Mi è piaciuto tantissimo, ma concordo con Rosa: dieci pagine in più avrebbero fatto la differenza!
    Poi è uno dei pochi libri in cui ho apprezzato il tipo di narrazione presente-passato, perché gli altri di solito mi fanno innervosire (es. L'estate nei tuoi occhi, Lo sbaglio più bello della mia vita).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oddio i tuoi esempi sono due dei libri che mi hanno fatto venire più i nervi, cmq si il libro continuato sarebbe andato meglio, ma anche così non mi è dispiaciuto XD

      Elimina