TinyDropdown Menu BonBook: Recensione: Finché amore non ci separi di Anna Premoli

martedì 13 maggio 2014

Recensione: Finché amore non ci separi di Anna Premoli

Titolo: Finché amore non ci separi
Autrice: Anna Premoli
Editore: Newton Compton Editori
Voto:

Trama

Amalia è un giovane avvocato newyorkese, nota nel foro come “la regina di ghiaccio”. È ebrea, benestante e ha dei genitori che da sempre le riservano poche attenzioni. Ryan, di origini irlandesi, è il maggiore di quattro figli maschi e la sua caotica famiglia gestisce un tipico pub nel cuore della Grande Mela. I due si sono conosciuti alla scuola di legge di Yale, dove hanno ferocemente lottato per il posto di direttore del giornale. Amalia è rimasta a New York, Ryan ha invece fatto carriera a Chicago, finché l’offerta per il posto da vice procuratore non lo riporta a New York. Il primo caso che si trova ad affrontare sembra davvero banale: arresto per guida in stato di ebbrezza di una giovane rampolla. E se quel che appare semplice si complicasse inaspettatamente? Se l’avvocato difensore della ragazza fosse proprio quella Amalia che Ryan non vede da dieci anni? Lo scontro in aula degenera a tal punto che il giudice li condanna a una serie di ore di lavori socialmente utili, da svolgere insieme. E cosa potrà accadere se i due giovani, che si detestano amabilmente, sono costretti dalla legge a collaborare?

Cosa ne penso . . . . .

Recentissimo acquisto e recensione lampo….. dovevo assolutamente leggere questo romanzo la Premoli è un delle poche autrici italiane di commedie che mi piace e scrive storie sempre diverse e divertenti dove l’odio che si trasforma in amore e quasi sempre protagonista, ed è uno degli scenari che preferisco.
Il libro non mi ha entusiasmato come in “ Come inciampare nel principe azzurro” ma a sua volta è carino e leggero ottimo per una lettura che vuole svagare la mente.
Come si legge nella trama ci troviamo davanti ad una protagonista agguerrita Amalia avvocato di ghiaccio che non ne fa passare una liscia e Ryan uno dei protagonisti più cocciuti che abbia mai incontrato XD, lo scontro tra loro è inevitabile tanto che un giudice li costringe a prestare insieme alcune ore di servizio pubblico, per vari centri per anziani, mense per poveri, canili e asili, beh i due inizialmente non se le manderanno certo a dire, tra scherzi e ripicche si metteranno volontariamente in situazioni divertenti per il lettore ma imbarazzanti per entrambi, ma la vicinanza non porta solo lo scontro tra i due, una forte attrazione li unisce che entrambi per cocciutaggine cercano prima di evitare e poi si provocare, in pratica due pazzi, in disaccordo su quasi tutto quello che fanno ma impossibilitati a resistere l’uno all’altra.
Amalia è una ragazza di ferro, non si piega per niente e nessuno e quando si ritrova davanti un ex compagno di università che la respinta palesemente i vecchi dissapori tornano prepotenti e gli dichiara guerra apertamente, Ryan che da poco ha ottenuto la carica di Vice Procuratore si ritrova in una città dove non conosce nessuno a parte la sua invadente famiglia e una avvocatessa che è benestante e snob, lui è pieno di pregiudizi nei suoi confronti e abbatterli è dura ma non riescono a stare lontani uno dall’altra e quando si deve decidere tra una relazione che potrebbe essenzialmente distruttiva e il lavoro, la scelta non è certo facile.
Un bel libro che ho divorato, l’ho classificato in seconda posizione tra i libro della Premoli, adoro le situazioni che crea, non sono mai scontate e sempre esilaranti  la reputo una buona scrittrice che sa come far divertire il lettore ma che sa anche essere profonda nel esprimere sentimenti delicati, io sono un appassionata poi del tema amore-odio, lo trovo così catartico ahahah e lei i tutti i suoi romanzi ci regala sempre personaggi forti e battaglieri che scatenano una vera e propria guerra!

L'autrice

 

Anna Premoli nata nel 1980 in Croazia, vive a Milano dove si è laureata in Economia dei mercati finanziari, presso la Bocconi. Ha lavorato alla J.P. Morgan e, dal 2004, al Private Banking di una banca privata, dove si occupa di consulenza finanziaria e ottimizzazione fiscale. La matematica è sempre stata il suo forte, la scrittura invece è arrivata per caso, come “metodo antistress” durante la prima gravidanza. Ti prego lasciati odiare è stato per mesi ai primi posti nella classifica dei libri più venduti, la Colorado Film ha acquistato i diritti per la trasposizione cinematografica e ha vinto il Premio Bancarella 2013. Anche il secondo romanzo, Come inciampare nel principe azzurro, è stato pubblicato dalla Newton Compton con grande successo.

Nessun commento:

Posta un commento