TinyDropdown Menu BonBook: Recensione: I Cento Colori Del Blu di Amy Harmon

sabato 5 aprile 2014

Recensione: I Cento Colori Del Blu di Amy Harmon

Titolo: I Cento Colori Del Blu
Autrice: Amy Harmon
Editore: Newton Compton
Voto:

Trama

Tutti a scuola conoscono Blue Echohawk. Abbandonata da sua madre quando aveva solo due anni, Blue non sa se quello sia il suo vero nome né quando sia davvero il suo compleanno. Ma ha imparato a fuggire il dolore con atteggiamenti da ribelle: indossa sempre vestiti attillatissimi e un trucco pesante. E soprattutto il sesso è il suo rifugio, un gioco per dimenticare tutto, per mettere sotto chiave le sue emozioni. A scuola poi è un caso disperato. Eppure il suo nuovo insegnante di storia, il giovane Darcy Wilson, non la pensa così: Darcy crede in lei, e sa che Blue ha bisogno di capire chi sia prima di trovare un posto nel mondo. E così la sprona a guardarsi dentro e a ripercorrere il passato, a scrivere la sua storia, a dar voce alle sue emozioni. Tra i due nasce una grande amicizia, e forse, a poco a poco, qualcosa di più: un sentimento forte, travolgente, a cui ciascuno dei due tenta in tutti i modi di resistere…

Cosa ne penso . . . . . . .

Nuovissima uscita della Newton Compton, i cento colori del blu è più un libro Romance che New adult, non è per niente la solita storia di due ragazzi in preda agli ormoni è una storia di crescita, di maturità e sacrifici.
Blu Echohawk è una ragazza sfrontata, che vuole attirare l’attenzione su di se che cerca e crea la sfida, Wilson è il nuovo professore di Storia, dedito al lavoro, che ama insegnare e che si ritrova una ribelle in
classe.-
Il libro inizia in modo pacato, alternando ricordi del passato di Blu con il suo presente, è sarà cosi per 80-90 pagine, in questa prima fase si capisce perché come e perché Blu agisce in determinati modi, una delle cose che ho apprezzato molto è che tra Wilson e Blu le cose non scoppiano come i fuochi d’artificio ma nascono con pacatezza, e in questa prima parte si capisce benissimo che tra loro non c’è quel tipo di rapporto ma più che altro amicizia.
Blu cerca di fare la tosta ma sotto sotto sotto sotto sotto sotto sotto sotto sotto sotto sotto sotto sotto sotto sotto sotto….. ha un cuore tenero, solo che è stato calpestato dagli eventi tragici della sua vita, lei sa di condurre una vita dissoluta e apprezzo che lo riconosca. Mi hanno incuriosito in questa prima parte i personaggi di Manny e Graciela, ma ahime non li rivedremo più avrei preferito sapere che fine fanno, ma il libro è autoconclusivo.
La storia arriva ad una spaccatura che dividerà il libro in due, a causa di un evento particolare per la vita di Blu, e con l’aiuto di Wilson ( che è super dolce) affronta la situazione, i due creano un rapporto di amicizia puro e significativo, sono sempre presenti l’uno per l’altra, ma quando si devono affrontare i propri sentimenti è difficile contraccambiare e ammettere ciò che tutti sospettano da un po’, cioè che i due sono follemente innamorati, che sono fatti per stare insieme. Blu è più matura, cambia e per farlo attraversa situazioni che sono catartiche per lei, e Wilson è li e tra canzoni suonate con il violoncello e solo per una chiacchierata la aiuta a superare le sue difficoltà. La Harmon crea un rapporto romantico ma complicato, tenero e pieno di insicurezze ( geniale la scelta del loro primo bacio). Blu deve scoprire le sue origini per accettare la sua nuova vita e per farlo deve investigare sul suo passato e sulle sue radici, e Wilson che più o meno ha vissuto la stessa storia le sarà di grande aiuto.
Un libro che crea speranze per le seconde possibilità, per riscattarsi, che dona riflessioni su temi importanti e da diversi punti di vista.

PS: nel libro si parla un po si storia romana e io che frequento il corso di Archeologia, ( beni culturali) sono rimasta incantata da come esprime bene i dubbi e le insicurezze di Cesare nell’attraversare il Rubicone, siccome è una dei temi che ho portato all’esame!!! XDXD
Autore


Amy Harmon Statunitense, è autrice di I cento colori del blu, che ha scalato le classifiche del New York Times, e di altri cinque libri, tutti dei bestseller.

1 commento:

  1. questo libro me l'hanno consigliato ma non ero sicura di leggerlo, grazie alla tua bella recensione mi sa che comincio :-)

    RispondiElimina