TinyDropdown Menu BonBook: Recensione: Batti cinque di Janet Evanovich

martedì 15 aprile 2014

Recensione: Batti cinque di Janet Evanovich

 Titolo: Batti cinque
Autore: Janet Evanovich
Editore: Salani  
Serie: Stephanie Plum  #5
Voto:

Trama

Il lavoro scarseggia per Stephanie Plum, cacciatrice di taglie di Trenton, New Jersey. Ma in famiglia c'è un problema: lo zio Fred, detto il Tirchio, sembra sparito nel nulla. Unico indizio: problemi con l'azienda che si occupa della raccolta dei rifiuti. Non che zia Mabel sia particolarmente addolorata della scomparsa del marito, ma quello che potrebbe sembrare solo un fastidioso disguido amministrativo si trasforma ben presto in una faccenda piuttosto seria, almeno a giudicare dalle foto inquietanti che lo zio Fred nascondeva in un cassetto. Questa volta Steph è spalleggiata da Randy Briggs, nano programmatore di computer, e tallonata da un oscuro angelo custode, Bunchy, sedicente allibratore a caccia, pure lui, di Fred. Persino Joe Morelli, poliziotto e fidanzato storico della nostra eroina, sembra avere qualcosa da nascondere. Fra sparatorie, una serie di strani suicidi e un pugile maniaco che attenta alla sua vita, Stephanie deve affrontare, oltre ai consueti problemi di capelli, di linea e di automobili che non fanno il loro dovere, le spericolate iniziative dell'inossidabile nonna Mazur e le attenzioni sempre più esplicite di Ranger, tenebroso e affascinante collega...

Cosa ne penso  . . . . .

Chi combina guai in città, chi fa esplodere auto a vista d’occhio, chi è sempre la vittima preferita di maniaci chi se non la nostra Stephanie che questa volta ad affrontare nani, molteplici problemi automobilistici e
l’irresistibile Joe.
Giunti al quinto capitolo della saga che ho finito in meno di 6 ore, perché ragazzi attenzione questi libri creano dipendenza, non ci posso fare niente ne sto leggendo uno di seguito all’altro.
In questa nuova avventura Stephanie non dovrà affrontare nessun criminale ( apparentemente XD) in quanto si sta occupando della scomparsa dello zio Frank.
Come sempre le difficoltà non mancano alla nostra eroina è in costante ricerca di nuovi modi per farsi uccidere, ritroveremo in questo capitolo Rodriguez, il cattivo del primo libro, che non si è certo dimenticato di Stephanie e la perseguita più che mai, poi non misterioso “ allibratore” la perseguita per il caso di zio Frank e infine ha un nano per casa, cose che nella vita di Stephanie sono ordinaria amministrazione .
Ma tra esplosioni , agguati e pedinamenti, due uomini perseguitano la mente di Stephanie , il sempre e presente Joe Morelli, poliziotto che non demorde mai, dopo gli eventi del libro precedente Stephanie cerca di fare un passo indietro, ma come è come la dieta , si dice sempre domani la faccio no? Come resistere a Morelli??? Ma se all’orizzonte qualcuno ha messo  i suoi bei occhi sulla nostra bellezza, Ranger, super cacciatore di taglie che non riesce a stare lontano dalla ragazza, e lui non certo il tipo a cuoi puoi dire di no, ed ecco che nascono le prime insicurezze, i primi dubbi, e come si concluderà la faccenda? Con un finale che non auguro a nessun lettore, la Evanovich ci lascia a bocca aperta ( almeno per me è stato cosi) e non vi nascondo che ho preso il sesto libro per vedere cosa succedeva, se non l’avessi fatto sarei morta per la curiosità.
L’autrice non dimentica mai niente e questo è uno dei suoi grandissimi pregi, specifica sempre ogni cosa, come un orologio svizzero.
Questa serie mi conquista sempre di più pagina per pagina, se volete ridere di cuore non c’è altra soluzione dovete conoscere Stephanie Plum e tutta la Banda!!

Serie di Stephanie Plum

Batti il Cinque
6 nei Guai
Stephanie Ammazza 7
Otto volante
Visions of Sugar Plums , Holiday novella
To the Nines
Ten Big Ones
Eleven on Top
Twelve Sharp
Plum Lovin' , Holiday novella
Lean Mean Thirteen
Plum Lucky , Holiday novella
Fearless Fourteen
Plum Spooky ,Holiday novella
Finger Lickin' Fifteen
Sizzling Sixteen
Smokin' Seventeen
Explosive Eighteen
Notorious Nineteen
Takedown Twenty

 Autrice

Nata a South River, New Jersey, il 22 aprile 1943. Ha studiato arte e ha deciso di diventare scrittrice all’età di trent’anni. I primi libri, di genere romantico, li ha pubblicati con lo pseudonimo di Steppie Hall, iniziando a usare il vero nome solo con la serie di Stephanie Plum (personaggio ispiratole dal film Prima di mezzanotte).


Nessun commento:

Posta un commento