TinyDropdown Menu BonBook: Recensione: Una sera a Parigi di Nicolas Barreau

mercoledì 12 marzo 2014

Recensione: Una sera a Parigi di Nicolas Barreau

Titolo: Una sera a Parigi
Autore: Nicolas Barreau
Editore: Feltrinelli
Voto:

Trama

Una sera a Parigi è il nuovo romanzo di Nicolas Barreau. Il Cinéma Paradis è il luogo dove Alain Bonnard, proprietario del locale, è solito trascorrere il suo tempo. E’ il suo piccolo mondo, situato in una strada secondaria di Parigi, nei pressi di rue Bonaparte, poco distante dalla riva della Senna. Alain Bonnard è un nostalgico appassionato di film del passato. Nel suo cinema, il secondo spettacolo del mercoledì è dedicato a “Les amours au Paradis”, una rassegna cinematografica che si propone di riscoprire i migliori film d’amore del passato. E’ una sera speciale, al Cinéma Paradis. Si respira un’atmosfera magica e l’ambiente, come dice il poster pubblicitario, è in grado di regalare sogni. Un nutrito gruppo di clienti abituali, ogni mercoledì sera, si reca al cinema e si abbandona sulle morbide poltroncine. Ma una sera, la persona che sogna più di tutti è proprio Alain. Il proprietario del cinema è rimasto rapito dalla bellezza di una ragazza. Apparirà più volte, nelle sere successive, con il suo cappotto rosso siede sempre tra le poltrone della fila diciassette. E’ sempre sola, e quando termina la proiezione, si alza velocemente e si allontana dal cinema, sparendo nella notte di Parigi. Alain vorrebbe conoscerla, sapere di più su di lei. Finalmente trova il coraggio di invitarla a cena. La sera trascorre in modo perfetto e il giorno successivo un’altra sorpresa accende la felicità del proprietario del cinema… Una sera a Parigi è un nuovo appassionante romanzo di Nicolas Barreau.

Cosa ne penso . . . . . . .

Un libro che si può definire con una sola parola: Romantico.
Questo è uno di quei libri più romantici che abbia mai letto, non è volgare o erotico, semplicemente è puro sentimentale,  e un po’ poetico.
Ho cominciato a leggere questo libro con un sorriso ebete, non so se vi è mai capitato di leggere un libro e di ridere, piangere o semplicemente di leggerlo con un sorrisone che non se ne va, e quando vi accorgete di aver esibito un sorriso a 32 denti su un pullman di pieno di gente, vi sentite stupidi, beh è quello che mi è capitato  con questo libro, e voi direte perché?? Perché, il protagonista del libro è una persona di altri tempi, un uomo che si trova solo nei libri, che ho adorato profondamente, spiritoso, timido, introverso, ( ci ha messo 4 mesi prima di parlare con la sua bella amata XD) in poche parole un sognatore.
Il libro narra le disavventure del giovane Alain Bonnard, che incontra la donna della sua vita, nel suo piccolo cinema, passano una serata incantevole che li unisce per sempre, così decidono di rivedersi tra una settimana precisa, ma dopo qualche giorno la vita di Alain viene stravolta dall’arrivo di un regista famoso, insieme ad un’attrice di fama internazionale che decidono di girare alcune scene del loro ultimo film proprio nel suo piccolo cinema.
Cosi nasce un amicizia al quanto singolare tra i tre personaggi, ma la giovane Melanie ( la giovane della sera) non si presenta all’appuntamento, e Alaine non capisce perché, così si dispererà per ritrovarla, coinvolgendo tutti coloro che gli stanno intorno.
Un libro molto carino che non gira soltanto a problemi di amore, vediamo che nel libro si intrecciano le storie di vari personaggi che aiutando Alaine, risolveranno anche le loro situazioni, c’è chi ritrova un figlio, chi fa pace con una sorella, chi trova l’anima gemella in una situazione sfortunata, in pratica un libro a tutto tondo, che ho particolarmente apprezzato perché cita molti film classici ( che adoro) e attori della Hollywood D’oro. Un libro anche molto spiritoso, particolarmente ho riscontrato questo aspetto nell’ amico di Alaine, Robert, una persona schietta e diretta che mi ha strappato un po’ di ristate.
Anche se io non adoro per niente i sentimentalismi, e i le cose troppo zuccherate, devo dire che nel libro c’è una vena romantica molto forte che sembra quasi irreale, soprattutto perché chi narra è un uomo, quindi mi ha stupito che sia stato cosi convinto che Melanie fosse la donna della sua vita dopo poche ore insieme, ma se è quella giusta te ne accorgi subito no?
Devo dire che non mi sono piaciute per niente le frasi in francese, mi hanno ricordato troppo le superiori, io odioso il francesee XDXDXDXD.
Lo stile del libro mi ha ricordato un po’ una commedia, sembrava di assistere più a un film che di leggere un libro, in fine devo dire che mi ha tirato su di morale contando che domani ho un esame e non sto per niente bene =( ҈

Autore


Nicolas Barreau nato a Parigi nel 1980 da madre tedesca e padre francese. Laureatosi alla Sorbonne in Lingue e letterature romanze, avrebbe lavorato in una libreria sulla Rive Gauche prima di dedicarsi alla scrittura.

2 commenti:

  1. Romantico, dolce, poetico, sentimentale??? DEVO ASSOLUTAMENTE LEGGERLO!!!!!!!! Gran bella recensione come al solito e spero tu ti rimetta presto e che l'esame vada bene!
    Per tirarti un po' su di morale ho un premio - regalino per te sul mio blog. :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ben tornataaaa...... mi sei mancataa tanttooo venivo regolarmente ne tuo blog per vede quando tornassiii XDXD una stalker in particaaaa, grazie tanttoooo per la candidatura sono contentisssimmaaaaaa <3
      e tranquilla l'esame è andato XD x la salute sono a letto con la febbre quale momento migliore per leggere i libri =) e il libro lo deevi leggere una bella novità x le solite commedie =D

      Elimina