TinyDropdown Menu BonBook: Recensione: La Straniera di Diana Gabaldon

martedì 25 marzo 2014

Recensione: La Straniera di Diana Gabaldon

Titolo: La Straniera
Autore: Diana Gabaldon
Serie: Outlander, 1#
Edito da: TEA
Voto:

Trama

Nel 1945 Claire Randall, un’infermiera militare, si riunisce al marito alla fine della guerra in una sorta di seconda luna di miele nelle Highland scozzesi. Durante una passeggiata la giovane donna attraversa uno dei cerchi di pietre antiche che si trovano in quelle zone. All’improvviso si trova proiettata indietro nel tempo, di colpo straniera in una Scozia dilaniata dalla guerra e dai conflitti tra i clan nell’anno del Signore 1743. Catapultata nel passato da forze che non capisce, Claire si trova coinvolta in intrighi e pericoli che mettono a rischio la sua stessa vita e il suo cuore.


Cosa ne penso . . . . . . . .



Io forse sarò contro corrente ma mi aspettavo molto di più da questo libro, non che non mi sia piaciuto ma mi aspettavo un capolavoro.
L’idea della storia è originalissima e ti prende con l’andare della narrazione, ma avevo letto recensioni spettacolari  e quando ho avuto il libro tra le mani, non ho ritrovato tutto questo splendore, ma sono rimasta un po delusa.
Claire Randall è un infermiera del 1945, sposata con una vita tranquillissima, ma per una serie di sfortunati eventi si ritrova nel 1743, in Scozia in una realtà completamente diversa, con faide tra scozzesi e inglesi, il primo punto dolente che mi ha fatto storcere il naso è la totale accettazione di Claire, come se fosse una cosa di ordinaria amministrazione viaggiare nel tempo, cioè io sarei impazzita nel giro di 5 minuti, invece lei si ritrova un uomini scozzesi grossi e brutti  li aiuta come se fossero vecchi conoscenti, forse non ha tutti da fastidio e potrebbe sembrare stupido, ma io sono più per la razionalità dei fatti, io sarei morta solo all’idea, non dico che anche lei dovesse impazzire, ma ecco almeno rifiutare l’idea!!!! SI.
Comunque la storia procede e si guadagna un po di attenzione verso le 130 pagine, qui secondo me si entra
nel vivo del romanzo, qui si approfondisce il personaggio di James Fraser, che è un ragazzo d’oro la quinta essenza della bontà e del romanticismo ( visto i tempi) si capisce subito che il successo della serie è dovuto a questo personaggio, è come dire che è il buono della situazione quello per cui tutti tifano, ed è inevitabile che tra i due nasca qualcosa, non mi ha fatto impazzire l’arrendevolezza con cui Claire se ne innamora, perché si dichiara follemente innamorata del marito, quindi sono stata un po’ combattuta.
 Ne libro si vive a pieno la vita delle Highland scozzesi, e si fa la conoscenza di vari personaggi, avrei voluto sapere un po di più sulla storia dei due zii di James, ma sicuramente nei continui se ne fa riferimento.
Per tutto il libro James e Claire scappano dal generale Randall, ormai fissato con la coppia che si rivela un personaggio interessante e complicato, pieno di sfumature, mi ha colpito soprattutto la parte finale con lui protagonista, e devo dire che ho apprezzato la scelta descrive la scena dello stupro attraverso i ricordi di James, l’atto in se mi è sembrato un’ idea coerente con l’epoca e poi sensata perché non sempre le cose vanno ben no? Quindi molto realistica e veritiera.
Il libro si conclude con una storia autoconclusiva ma ci sono molti seguiti, io  ho letto le trame di tutti perché penso di continuare la serie, e leggendo ho notato mutamenti che non sempre amo nei personaggi, quindi sono felice di finire qui con questo libro, così conserverò il ricordo unico e indelebile del libro =).


La Saga Outlander

La Straniera
L’amuleto d’ambra
Il ritorno
Il cerchio di pietre
La collina delle fate
Tamburi d’autunno
Passione oltre il tempo
La croce di fuoco
Vessilli di guerra
Nevi infuocate
Cannoni per la libertà

Autore

Diana Gabaldon  si è laureata in zoologia e biologia marina. Dopo aver conseguito un Ph.D. in ecologia, ha insegnato all’università per 12 anni prima di dedicarsi a tempo pieno alla scrittura.
Il romanzo che la rese popolare, scritto nel 1991, è La straniera, primo di una serie che solo in America riuscì a vendere oltre 2 milioni di copie.
Per realizzare questi testi, la scrittrice ha dovuto compiere delle accurate ricerche in campo medico, storico militare, botanico, con particolare attenzione alle singolari leggende scozzesi.
Il seguito, Dragonfly in Amber, uscì nel 1992. Fu pubblicato in Italia in due volumi intitolati L’amuleto d’ambra e Il ritorno. Anche il successivo Voyager del 1994 e Drums of Autumn del 1997 furono pubblicati in Italia in due volumi, rispettivamente in Il cerchio di pietre e La collina delle fate e in Tamburi d’autunno Passione oltre il tempo.
Nel 2001 fu pubblicato un ulteriore capitolo della saga di Claire e Jamie dal titolo The Fiery Cross (pubblicato in Italia da Corbaccio come La croce di fuoco e Vessilli di guerra) e nel 2005 A Breath of Snow and Ashes (pubblicato in Italia come Nevi infuocateì e Cannoni per la libertà. Diana Gabaldon vive a Scottsdale, in Arizona.


Nessun commento:

Posta un commento