TinyDropdown Menu BonBook: Recensione: Bastardo numero uno di Janet Evanovich

mercoledì 26 marzo 2014

Recensione: Bastardo numero uno di Janet Evanovich

Titolo: Bastardo numero uno
Autore:  Janet Evanovich
Editore: Salani  
Serie: Stephanie Plum  #1
Voto:

Trama

Cos'ha di speciale Stephanie Plum? Apparentemente non molto. È carina, solida, spiritosa, cresciuta nel pittoresco quartiere chiamato il Borgo di una città del New Jersey che invece di pittoresco non ha nulla. Quando malauguratamente si ritrova disoccupata, visto che al Borgo sono tutti imparentati tra di loro, pensa di andare a chiedere aiuto al cugino Vinnie, che ha un'agenzia di cauzioni: presta soldi a chi deve uscire di prigione fino alla data del processo, ma se i debitori non si presentano in tribunale spedisce sulle loro tracce degli agenti incaricati di catturarli e portarli alla polizia. E Stephanie capita proprio al momento giusto per occuparsi dell'incarico migliore: acciuffare l'irresistibile, affascinante, canagliesco Joe Morelli, con cui aveva avuto una torrida avventura (come peraltro metà delle donne del New Jersey), ora poliziotto in fuga accusato di omicidio. Munita di pistola, manette e spray antiaggressione, Stephanie si improvvisa agente di recupero cauzioni; ha a che fare con un campionario di maniaci sessuali, ubriaconi e perditempo, e si ritrova coinvolta in vicende paradossali che però conducono tutte allo stesso mistero di cui Morelli sembra la chiave. E come se non bastasse, un pericoloso assassino, completamente pazzo, non vede l'ora di metterle le mani addosso e ridurla in fin di vita.

Cosa ne penso . . . . . . .

Ho di recente incontrato questa serie, e leggendo varie recensioni ho riscontrato molte opinioni positive, ho etichettato la serie come commedia, e ruba spesso qualche sorriso al lettore con le disavventure  di Stephanie e di Joe, due personaggi molto simili ma complementari, ed è dolcissimo come cercano di stare
uno lontano dall’altre.
Stephanie è una donna che ha perso il lavoro, la macchina è costretta a vedere molti mobili per avere qualche spicciolo, così trova lavoro presso il cugino come cacciatrice di taglie.
Cioè deve ricercare persone che non si presentano alle udienze, incappa così in Joe Morelli , una sua vecchia conoscenza, che è accusato di omicidio e non si è presentato dal giudice,così tra varie peripezie ( e dove aver rubato la macchina di Joe) Stephanie decide di acciuffare il malvivente, ma se lui non fosse colpevole?
Il libro prosegue con le indagini di Stephanie che si circonda di personaggi alquanto bizzarri, e tutti molto divertenti, ma se all’inizio il libro è allegro e spensierato con il passare del tempo assume sempre di più le sembianze di un giallo teso e intricato, ma sempre con un pizzico di spirito e ilarità.
C’è da dire che però ci sono state delle pagine un po’ noiose che non mi hanno fatto impazzire, ma il libro si è sempre ripreso alla grande.
La star del libro però è Joe, quando c’è lui in scena la scena acquista un altro aspetto, molto più brioso, in quanto a Stephanie è una protagonista che promette bene e quindi mi aspetto molto dal prossimo libro.
La scrittura è molto semplice e scorrevole, molto narrativa ecco, racconta i fatti così come appaiono, e verso la fine la storia acquista una certa maturità che migliora di certo il libro.
È un libro molto spensierato ma ricco di  spunti interessanti, un libro che non spicca per la sua particolarità ma che ci riserva ottimi spunti per i sui seguiti.

Serie di Stephanie Plum

Bastardo Numero Uno
6 nei Guai
Stephanie Ammazza 7
Otto volante
Visions of Sugar Plums , Holiday novella
To the Nines
Ten Big Ones
Eleven on Top
Twelve Sharp
Plum Lovin' , Holiday novella
Lean Mean Thirteen
Plum Lucky , Holiday novella
Fearless Fourteen
Plum Spooky ,Holiday novella
Finger Lickin' Fifteen
Sizzling Sixteen
Smokin' Seventeen
Explosive Eighteen
Notorious Nineteen
Takedown Twenty

 Autrice


Nata a South River, New Jersey, il 22 aprile 1943. Ha studiato arte e ha deciso di diventare scrittrice all’età di trent’anni. I primi libri, di genere romantico, li ha pubblicati con lo pseudonimo di Steppie Hall, iniziando a usare il vero nome solo con la serie di Stephanie Plum (personaggio ispiratole dal film Prima di mezzanotte).

Nessun commento:

Posta un commento