TinyDropdown Menu BonBook: Recensione: Una donna scandalosa di Laura Lee Guhrke

giovedì 20 febbraio 2014

Recensione: Una donna scandalosa di Laura Lee Guhrke

Titolo:Una donna scandalosa
Autore: Laura Lee Guhrke
Editore :Mondadori
Voto:

Trama

A Shivaree, piccola cittadina della Georgia, dopo cinque anni si ricordano ancora del divorzio che ha avuto per protagonista la bellissima e impetuosa Lily Morgan. In quell’occasione Daniel Walker, amico e avvocato del marito, le ha distrutto la reputazione accusandola di adulterio. Ora Lily non riesce a credere che Daniel, divenuto un politico di successo, abbia il coraggio di tornare a Shivaree per promuovere la riapertura della casa di tolleranza che era stata al centro della sua vecchia vicenda. Fra Lily e Daniel lo scontro è aperto e sprizza scintille. Ma quando un delitto scuote la cittadina, i loro destini sembrano cambiare. E inaspettatamente uniti nelle indagini, dovranno anche fare i conti con una prorompente attrazione che chiede solo di essere riconosciuta.

Cosa ne penso …

Un libro piacevole che ho letto in vacanza, si perché prima che ricomincino le lezioni all’ università mi sono presa una piccola vacanza a Verona, la città degli innamorati, comunque anche in vacanza non smetto di lavorare, e questo libro mi ha accompagnato in questo soggiorno, un libro che posso descrivere come semplice ma sorprendente, fatto di orgoglio rimpianti e scelte sbagliate, la nostra Lily divorziata che vive in una piccola città Shivaree ha un piccolo problema ( perché c’è sempre un problema) è emarginata dalla società per via del suo divorzio, perché il libro è ambientato nel 1905, e possiamo anche affermare che il divorzio ne 1905 era visto come la peste bubbonica a quel tempo, ma Lily non abbassa la testa davanti a queste ingiustizie e si fa beffe di tutto e tutti, ostentando ogni suo pensiero e ogni suo capriccio , perché accusata di adulterio ingiustificatamente.
Dopo 5 anni da divorzio le cose sembrano aver preso una sorta di tranquillità finchè non torna  a Shivaree Daniel, l’uomo che l’accusata, avvocato e miglior amico di suo marito, è colui che l’ha rovinata, tornato a Shivaree per riaprire una casa per soli uomini si ritrova a scontrarsi con Lily che l’ha fatta chiudere, quindi è guerra aperta , e fra trucchi per far capitolare l’uno e l’altro i due coinvolgeranno tutta la cittadina dividendola in maschi contro femmine, ma un evento come un omicidio porterà Daniel e Lily a lavorare a stretto contatto per sostenere l’innocenza dell’accusato.
Il libro in se l’ho trovato gradevole, diviso in due parti, una per sostenere la chiusura del club per  soli uomini e l’altra dedicata al processo, sinceramente il libro non spicca per la complessità nell’individuare il colpevole, anzi è subito evidente, ma mi è piaciuta molto la costruzione dei due personaggi principali, la loro complessità e le loro storie mi sono sembrate così reali, cioè mi hanno trasportato e presentato veramente problemi della loro epoca, e hanno evidenziato aspetti del carattere di alcuni personaggi che mi hanno conquistato.
Devo dire che il libro mi ha lasciato alcuni interrogativi come, la figura del marito di Lily, che viene sempre più spesso nominato ma il suo personaggio non fa mai una comparsa, oppure il fatto di riscattare la reputazione di Lily, da una parte questi punti mi hanno lasciato interdetta ma poi ripensandoci nella realtà non sempre tutta va come deve, e la cosa alla fine si è volta a suo favore, quindi in conclusione un bel libro da leggere se si vuole po’ di amore e mistero =)


Nessun commento:

Posta un commento