TinyDropdown Menu BonBook: Recensione: Stardust di Neil Gaiman

venerdì 7 febbraio 2014

Recensione: Stardust di Neil Gaiman

Titolo: Stardust
Autore: Neil Gaiman
Editore: Mondadori
Collana: Oscar Bestsellers
Anno: 1999
Voto:

Trama

In una fredda sera di ottobre una stella cadente attraversa il cielo e il giovane Tristan, per conquistare la bellissima Victoria, promette di andarla a prendere. Dovrà così oltrepassare il varco proibito nel muro di pietra a est del villaggio e avventurarsi nel bosco dove ogni nove anni si raccoglie un incredibile mercato di oggetti magici. È solo in quell'occasione che agli umani è concesso inoltrarsi nel mondo di Faerie. Tristan non sa di essere stato concepito proprio lì da una bellissima fata dagli occhi viola e da un giovane umano e non sa neppure che i malvagi figli del Signore degli Alti Dirupi sono anche loro a caccia della stella...

Cosa ne penso …

Come promesso dopo la recensione del film, ecco quella del libro, da premettere che volevo resiste e godermi il libro, quindi avevo deciso di leggere solo due capitoli al giorno… ahhahahahah non ci sono riuscita minimamente, gia il libro non è molto lungo, l’ho divoratoooo me lo sono mangiato, perché è un dei libri più belli che abbia mai letto, pensavo che la scrittura era adatta ai bambini invece noooo…. Tratta argomenti adulti, e devo dire che sono rimasta piacevolmente sopresa.
Neil Gaiman ha scritto un libro perfetto è bellissimo entrare nel mondo che ha creato ed amare tutti i protagonisti, perché si ho adorato anche i cattivi, il libro e il film inizialmente sono uguali ma hanno due conclusioni differenti, e devo dire che non so tra le due  quale mi è piaciuta di più, nel libro la conclusione è in
linea con tutto l’andamento della storia, devo dire che non è una conclusione di impatto o che colpisce per l’azione che di solito hanno i libri, ma nella sua semplicità e pacatezza è più rara e si ricorda di più per questo.
Stardust è una storia meravigliosa narrata con uno stile unico e che non si dimentica facilmente, già  so che rileggerò il libro altre 1000 volte, perché una sola volta non basta per comprendere questo libro, non si scorda facilmente.
Trastan è un giovane sognatore che si innamora perdutamente di una ragazza e per
dimostrane questo amore parte per un avventura in un mondo nuovo per prende una stella caduta come pegno del suo amore, ma non è l’unico che vuole la stella, sia una strega che dei principi la cercano per ragioni differenti, Gaiman è stato molto bravo a fondere le tre storie insieme, per crearne una sola.
Il rapporto di Tristan e la  stella è cosi diverte, lui testardo e dedito a compiere la sua missione, non si ferma davanti a nessun ostacolo e la Stella altrettanto testarda nel fargli notare i suoi sbagli. Ma i due inevitabilmente si affezionano uno all’altra, ma una promessa è una promessa, ma come finirà???
Mi sono piaciuti moltissimo i personaggi di contorno come Victoria, che nel film non è ben definita come nel libro, e la storia del padre di Tristan che da un po da prologo alla storia, è stata molto dolce =)
In definitiva il libro è una favola e deve essere assolutamente letto =D, di sicuro dopo questa esperienza leggerò altri lavori di Gaiman, perché se sono tutti così belli entrerà nella rosa dei miei autori preferiti <3
Le copertine sono bellissime ... ma ce ne sono una mareaaa per via delle varie edizioni.

Autore

Scrittore rivelazione degli anni novanta, ha ottenuto fama e successo dapprima grazie alla miniserie "Black Orchid", ma soprattutto alla pluripremiata serie di "SANDMAN" (e a tutte le altre storie legate al personaggio). Nella sua lunga carriera fumettistica ha scritto storie alternandosi fra le due case editrici più famose, e importanti, d'America: MARVEL e DC; ma è diventato famoso grazie ai personaggi del "mondo" VERTIGO, una linea editoriale secondaria facente parte della DC Comics. Attualmente ha in cantiere tre progetti per la Marvel (di cui uno già realizzato, la miniserie "1602" disegnata da Andy Kubert), gli altri due non sono stati ancora riferiti.

Fra i suo lavori con la DC/Vertigo cito in particolare: "Violent Case" (in Italia, "Casi Violenti"), "La Comica Tragedia o la Commedia Tragica di Mr. Punch" (o semplicemente "Mr Punch") e "Signal to Noise", tutti e tre realizzati con il suo disegnatore preferito per eccellenza, Dave McKean, con cui ha realizzato anche diversi libri per bambini.

Infatti si è anche dedicato alla stesura di veri e propri libri. Il più famoso, uscito nel 2001 (e successivamente ristampato nel 2002 e nel 2003), si intitola "American Gods", ed ha ottenuto un ottimo successo, sia da parte della critica che dai lettori. Gaiman ha scritto anche due libri per bambini: "Coraline" (considerato uno dei più bei libri, non solo per ragazzi, del 2003) e "Stardust" (del libro esiste un'edizione in volume pubblicata dalla Magic Press, con i magnifici disegni di Charles Vess, esclusi dall'edizione per libreria). Del suo libro intitolato Neverwhere.

Gaiman, non accontentandosi del successo ottenuto nel campo fumettistico e in quello narrativo, ha deciso di dedicarsi al cinema. Infatti, insieme al suo fidato compagno Dave McKean (già produttore solista di diversi cortometraggi), hanno ultimando il film "Mirror Mask", che vede Gaiman alla sceneggiatura e McKean nella direzione. 

5 commenti:

  1. Mi sono resa conto solo ora che il film Stardust era tratto da questo libro... xD
    Non l'ho ancora visto ma ricordo di quando facevano la pubblicità al film per l'uscita nelle sale. Devo proprio rimediare e leggere tutti i libri di Gaiman. Ultimamente ne sento parlare dappertutto! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si è un po ovunque, ma cke è molto bravo, io avevo visto il film prima e poi il libro, ma devo dire che questa volta la cosa non mi turbato, spero che lo leggerai =)=) per poi leggere una tua opinione <3

      Elimina
  2. Al mio ragazzo è piaciuto tantissimo, a me aveva lasciata piuttosto indifferente. Infatti nella recensione lo avevo votato con 3/5!

    RispondiElimina
  3. Ottima recensione, è piaciuto molto anche a me!

    RispondiElimina