TinyDropdown Menu BonBook: Recensione: Implosion di M. J. Heron

giovedì 20 febbraio 2014

Recensione: Implosion di M. J. Heron

Titolo:Implosion
Autore: M. J. Heron
Editore: De Agostini
Serie: Implosion Series #1
Voto:

Trama

Non è affatto un giorno come un altro. Il destino ha premuto il tasto on. Quando Katherine incontra Armand per la prima volta non sa che dietro le sembianze del bello e dannato si cela uno dei più potenti generali dell'Antica Stirpe dei Kurann. Non può immaginare che sarà proprio lui la sua salvezza, o la sua rovina. Armand ha un piano crudele, spietato, oscuro come le tenebre. Non è l'unico a nascondere la minaccia di un segreto inconfessabile o gli echi di un passato maledetto. Una verità agghiacciante sta per essere svelata. Nessuno può permettersi di fallire, nessuno è più al sicuro. Una sola certezza: quando supera se stesso, l'amore può uccidere. Se nulla è come sembra, come fai a scegliere la strada giusta? Un paranormal fantasy, dark e romantico al tempo stesso, in cui gli eventi si susseguono al ritmo di un thriller.

Cosa ne penso …

Ragazzi udite udite, un libro italiano paranormal fantasy bellooo!!!

È successo veramente poche volte quindi comprendete il mio stupore, finalmente una saga fantasy in italiano che si puo leggere e consigliare ad amici e parenti ( come se i parenti tipo nonni e zii leggono fantasy vb XDXD), soltanto un'altra volta mi era capiato con la saga dei diari di Isabel Cariani.
Implosion è un libro che narra le vicende di Katherine una ragazza che frequenta l’università di Firenze, conduce una vita tranquilla segnata però dalla perdita prematura del fratello per via di un incidente,all’ università Katherine conosce Armand, l’assistente di una professoressa, beh che dire tra i due sboccia una passione e un amore autentico ( che per la sua rapidità mi ha lasciato un po interdetta, non mi sembra reale un amore così folgorante) cmq Armand si avvicina inizialmente a Katherine per altri motivi, si perché lui è stato incaricato di uccidere suo padre che fa esperimenti su come sterminare la razza di Armand, i Kurann, una razza che vive da anni sulla terra, dotati di poteri straordinari che contraddistinguono ogni uno di loro, il compito è affidato ad Armand perché generale dell’ antica stirpe.
Per una parte del libro vediamo come Armand è combattuto tra dovere e amore, e contemporaneamente vediamo come Katherine è combattuta tra credere all’innocenza per un genitore che ha sempre amato e all’evidenza di prove che lo condannano come colpevole. La narrazione è composta da più punti di vista, quello principale rimane sempre quello di kate, ma si affacciano molte volte quello di quasi tutti i personaggi principali.
Devo dire che il punto forte di questo libro è l’originalità della storia, non è banale e nemmeno scontata, come ho detto l’unica mia perplessità è per la rapidità dell’affetto tra i due, non la trovo veritiera, invece la figura del padre ha suscitato in me sentimenti contrastanti, per via delle motivazioni che  da per ciò che ha fatto e nel modo in cui agisce che è sbagliato,comunque i personaggi di contorno mi sono piaciuti molto e sono ben delineati, ho apprezzato soprattutto gi amici ( per cosi dire) di Armand, molto diversi tra loro che ritroveremo come protagonisti nei libri successivi.
Arrivata alla fine non potevo credere che il libro si concludesse così, mi aveva lasciato una marea di puni interrogativi che dovevano esse risolti, quindi sono corsa a leggere il secondo volume Insidia.
In conclusione un buon libro da leggere se volte provare il brivido di un libro di pubblicazione italiana, che ogni tanto ci ricorda che anche noi italiani sappiamo creare delle buone saghe.

Implosion Series

Implosion

M.J. Heron

M.J. Heron nasce ventotto anni fa sotto il segno dello scorpione, in una terra in cui le nebbie del mistero avvolgono il respiro e le antiche leggende ridisegnano i contorni del paesaggio.
Amante delle emozioni forti e di tutto ciò che può essere nuovo e stimolante, trova irrinunciabile la compagnia di un buon romanzo (classico, thriller o d’amore, a seconda del suo stato d’animo).
Nella scelta di una carriera universitaria che sembrava già tracciata, alla strada del giornalismo preferisce invece quella dell’interpretariato e traduzione, anche se sogna di continuare a scrivere fino alla fine dei suoi giorni.

Vorrebbe viaggiare nel passato, conoscere il futuro e disporre di giornate di almeno 48 ore. Intanto assapora il presente che sa riservare anche belle sorprese e si intrattiene con i personaggi che entrano nella sua mente senza bussare…

Nessun commento:

Posta un commento