TinyDropdown Menu BonBook: Recensione: Il Fascino dell’Oscurità di Isabel C. Alley

venerdì 28 febbraio 2014

Recensione: Il Fascino dell’Oscurità di Isabel C. Alley

Titolo: Il Fascino dell’Oscurità
Autore: Isabel C. Alley
Edito da: Self Publishing
Serie: I diari di Isabel
Voto:

Trama

 Tutti vogliono circondarsi di certezze: casa, amore, lavoro… Di queste io ne ho due su tre. Mica male, no? Dovrei ritenermi fortunata e invece sono il bersaglio preferito del destino avverso. Isabel Cariani: cacciatrice di vampiri e altre creature sovrannaturali. Potreste aver sentito parlare di me se frequentate il Frozen e i suoi vampiri, se vi siete imbattuti in una strega svitata o se la vostra villa di campagna è stata scaravoltata da un Boggart dispettoso. Sono tutte cose che non trovereste nella vita di una normale ragazza di venticinque anni, ma come avrete capito il mio mondo è piuttosto singolare. Parecchie persone hanno contribuito a sconvolgere la mia esistenza: Jenny, la mia apprendista cacciatrice, pazza e nerd di prima categoria; Stephan, il maestro che mi ha insegnato a combattere, tornato dal Canada per sbriciolare ancor di più i frammenti del mio cuore; Lorenzo Ferranti, il vampiro più attraente e pericoloso della provincia, interessato a me per chissà quale motivo. Ma non è tutto qui. Nell’oscurità che mi circonda, ci sono segreti pronti a balzare alla mia gola per eliminarmi. Muovono le pedine di un gioco molto pericoloso e corrompono anche l’animo più puro con il loro fascino mascherato di oro e di argento. Luce, buio, nemici, alleati… sono solo etichette che riponiamo su ciò con cui interagiamo per sentirci più sicuri. Ma quando tutte le certezze all’improvviso cominciano a crollare, non si può più contare su alcun equilibrio. Ho dovuto destreggiarmi tra vampiri berserker nati per uccidere, sensuali proposte a cui è difficile negarsi e grandi complotti volti a distruggere la pace di una città. Volete muovere un passo nella mia vita? Non vi resta che sfogliare le pagine di questo Diario.

Cosa ne penso …

Ragazzi che delusione, sapete quando siete sicuri di una cosa e poi questa si rivela un disastro, beh con il fascino del peccato mi successo così ragazzi ci sono rimasta malissimo, aspettavo questo libro da un anno ormai e quando finalmente l’ho tenuto tra le mani non vedevo l’ora che finisse, mi dispiace criticare quella che era una buona saga, ma devo essere onesta, però questa è solo la mia opinione =(
Avevamo lasciato Isabel nella solitudine dell’abbandono da parte di Stephen, e vediamo che dopo la separazione, Isabel si ritrova a avere un pò di luce nella sua disperazione, e qui entra in gioco un nuovo personaggio quello di Jenny, che devo dire ha salvato un po’ la situazione del libro, così Isabel insieme a Jenny ritrova un po di serenità e di quotidianità, ma appena spunta il sole ecco che si affacciano le nuvole, che si identificano in Stephen, devo dire due parole su questo personaggio , io nel primo libro ho adorato Stephen, ma l’autrice me lo ha completamente sconvolto e io dico perche????? Perché, mi rovini uno  come Stephen, potevo accettare che diventasse più cupo, più insensibile, ma no un vero e proprio stronzo bastardo ( scusate i termini) gia era successa una cosa simile nel primo libro, con Andrea, cioè un degli innamorati di Isabel, che da principe azzurro ( per modo di dire ) diventa il cattivo di turno, però possiamo vedere che con Andrea non sia mai stato un Santo,quindi l’ho presa come una scelta giusta e intraprendente quella di renderlo uno stronzo, ma Stephen era il pilastro del primo libro, mi viene così bruciato solo perché si doveva creare un cattivo,da tesoro a  un incubo, no non lo accetto, ogni volta che ci si affeziona ad un personaggio questo diventa una zimbello.
Isabel invece è un contraddizione ambulante per la maggior parte del libro si vieta le cose in un capitalo e nei due successivi si rimangia la promessa,non mie piace per niente proprio, ripeto mi dispiace, ma ho fatto molta fatica e ci sono stati molti momenti morti, l’ unica nota positiva è stata Jenny, anche se avrei voluto vedere di più un coinvolgimento con Alberto, invece di lei si vede solo come fa da cagnolino a Isabel e come questa ne sia ossessionata, devo aver letto queste parole almeno 10 volte “ non so come farei senza Jenny” cioè lo dice sempreeeeeee e per le lunghe la cosa stanca, in conclusione non so leggerò ancora le sue avventure, ma conserverò il ricordo del primo libro per la sua diversità e originalità.

I Diari di Isabel

Il Diario di Isabel
Come into my Wonderland
Il Fascino dell’Oscurità

Isabel C. Alley


“Chi è Isabel C. Alley? Domanda difficile. Potrei affermare di essere una persona di periferia che è diventata una cittadina per motivi di studio e di lavoro. Potrei definirmi una brava ragazza, sognatrice e altruista. Potrei aggiungere che amo il mio lavoro e che i miei colleghi sono fantastici. Potrei rivelare di essere single, ma che in passato sono stata fidanzata diverse volte. Potrei raccontarvi tutti questi dettagli e non vi mentirei mai. Ma sarebbe solo la parte visibile di Isabel Cariani, la facciata che ogni individuo crea attorno a sé per mascherare una personalità enigmatica, il diario di Isabelmacchiata da oscuri segreti che dovrebbero rimanere nascosti sotto strati di indifferenza. Questa ero io, qualche tempo fa. Tutto ciò che desideravo era conservare i miei segreti in un angolo della mia anima, nella speranza che non tornassero a tormentarmi. Ma, come qualcuno mi ha detto in passato, tenersi tutto dentro serve solo a peggiorare la situazione. Di cosa sto parlando? Non c’è bisogno che lo andiate a chiedere a qualcuno. Sarò io stessa a raccontarvi del mio passato, perché lo spazio nel mio armadio, per nascondere quegli scheletri, non basta più. Dunque condivido con voi il mio diario, perché è giusto che siate messi in allerta. Tutti dovete sapere che, tra noi, non ci sono solo esseri umani a solcare il suolo che percorrete di fretta, senza prestare troppa attenzione a chi vi passa accanto. Sono state proprio loro, le creature di cui non sospettate l’esistenza, a stravolgere la mia vita. Può succedere anche a voi, se abbassate la guardia. E mentre io scrivo queste parole, là fuori un vampiro si appresta a cacciare una nuova vittima. Forse è una di voi, o forse no, ma ricordate: se avrete bisogno di un aiuto, se una creatura dannata camminerà alle vostre spalle con l’intento di servirsi del vostro sangue, del vostro corpo o della vostra anima, io sarò pronta, al vostro servizio. Chi è Isabel C. Alley? Scopritelo leggendo il mio diario. Forse, non è poi così difficile dare una risposta a questa domanda.”

4 commenti:

  1. Non ho letto questa saga ma ho intenzione di farlo man mano che smaltisco le letture, avevo sentito solo pareri positivi su questo libro, è bello leggere qualcuno con pareri contrastanti per capire al meglio in cosa pecca e cosa no.
    mi dispiace che il libro non ti sia piaciuto, comunque grazie per la recensione, molto bella :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao!! si mi dispiace anche a me .... però non ho proprio potuto dare un voto più positivo di così.... cmq ho visto il tuo blog ed è molto carino farò spesso un salto da te .. cosi si allungherà la mia lista di libri da leggere XD

      Elimina
  2. Ciao Martina ^_^
    Ho trovato questa tua recensione navigando su Google. Mi spiace che il libro non ti sia piaciuto, soprattutto perché immagino che tu sia rimasta delusa dopo aver apprezzato i libri precedenti :(
    Ti ringrazio per aver espresso un parere sincero. A un autore fa sempre male sentire che il proprio libro non sia piaciuto, ma è giusto che ognuno possa dire la sua.
    Riguardo a Stephan, la sua cattiveria non nasce dal nulla. Certo il motivo del suo comportamento non viene spiegato in questo libro, perché Isabel (la voce narrante della storia) non ha occasione di parlare con Stephan riguardo a questo. Posso dirti che, se deciderai di continuare la lettura della mia serie, nei prossimi libri saranno date maggiori spiegazioni (oltre a questo, ho intenzione di scrivere uno spin-off proprio su Stephan e sul periodo che ha trascorso in Canada). Lui non è il cattivo della storia, ma solo una pedina di un male più grande (e questo viene spiegato alla fine di "Il Fascino dell'Oscurità").
    Sul comportamento di Isabel... È un personaggio che sta crescendo di libro in libro, è soggetto a forti pressioni dovute alla sua situazione con Stephan e Lorenzo ed è normale che abbia un po' l'umore altalenante. Forse non sono riuscita a far trasparire questo concetto, errore mio dunque.
    Comunque è chiaro che tu puoi avere le tue opinioni, ci mancherebbe XD anzi, sono convinta che questo tuo commento mi aiuterà a crescere. Ci tenevo solo a lasciarti una mia spiegazione, nella speranza che tu decida in futuro di darmi un'altra possibilità :)
    Buone letture ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao isabel è un onore per me che hai letto la mia recensione sei stata la prima autrice italiana che mi ha colpito con un libro urban-fantasy ( e grazie a te ho scoperto anche 2 o 3 canzoni che citavi nel primo libro della saga che ormai sono rimaste nella mia playlist preferita.. quindi grazie anke per questo)... ti spiego il mio punto di vista perchè quando ho scritto la recensione avevo appena finito il libro, e quindi ero molto coinvolta.
      io ho adorato il primo della saga l'ho avrò letto in un giorno e sono rimasta cosi colpita dalla freschezza e l'originalità che mi aveva lasciato che aspettavo il seguito con così tanto trepidazione, la mia delusione nasce principalmente dal personaggio di stephen che capisco non sia l'artefice di ciò che è diventato ma mi sembra ormai perso e irrecuperabile e questo mi rattrista molto perche avevo trovato in lui un personaggio quasi perfetto, cioè non era ne troppo poco ne troppo, aveva un equilibrio che apprezzavo, e poi mi era piaciuta la scelta di concludere il libro con la separazione avevo trovato questa scelta perfetta perchè non era convenzionale , quanto a isabel non ho apprezzato il suo cambiamento , ma capisco che un personaggio possa evolvere in modi diversi e cambiare a seconda delle situazioni, ma mi sembra un personaggio completamente diverso dal primo libro oppure dalla novella "Come into my Wonderland" ( che è stato molto bella sopratutto ho adorato la descrizione del luogo della festa me la sono proprio immaginata con tutti i dettagli) cioè capisco il cambiamento ma la perdita dei suoi punti forti ( per cosi dire, non so come spiegarlo) mi ha messo davanti a un personaggio completamente nuovo.
      cmq ripeto che una delle cose che mi hanno fatto apprezzare il libro invece è il personaggio di Jenny, con lei hai fatto un lavoro ecco quasi perfetto ha una sua identità una storia e un carattere e delle passioni che ho premiato perchè lo rendono un personaggio reale e a tutto tondo con debolezze e pregi, cmq dalle tue parole spero in un ritorno di fiamma tra me e la serie xke come ripeto ( e scusa se lo ripeto all'infinito XDX) ho adorato il primo libro, ci sono storie che come narrazione e stile di scrittura creano un mondo tutto loro e nel primo capitolo ci sono entrata e sono rimasta affascinata ma con il secondo ecco mi sono un po persa ... sono contenta che hai letto e risposto alla mia recensione ( molte persone non avrebbero preso in considerazione o fatto caso a una cosa del genere) dalla tua risposta capisco la maturità e la passione per la scrittura.
      grazie ancora =)

      Elimina