TinyDropdown Menu BonBook: Recensione: The Elite di Kiera Cass

venerdì 28 febbraio 2014

Recensione: The Elite di Kiera Cass

Titolo: The Elite
Autore: Kiera Cass
Serie: The selection #2
Edito da:  Sperling & Kupfer
Voto:

Trama

Dopo le prime, durissime prove della Selezione, a Palazzo sono rimaste solo sei ragazze. Una di loro sposerà il principe Maxon e conquisterà la corona. America Singer è la favorita, eppure non è felice. Il suo cuore, infatti, è diviso tra l’amore per Maxon e quello per Aspen, l’amico di infanzia. Insieme al principe, America può vivere la favola che ha sempre sognato. Ma è davvero ciò che vuole? Confusa, chiede tempo per riflettere e si allontana da Maxon… Una decisione che potrebbe costarle molto cara. Perché nel frattempo la Selezione continua, più feroce che mai.

Cosa ne penso …

E finalmente la saga è spiccata con questo libro,la saga diventa una di quelle che deve essere restare nel cuore ( che sentimentale che so), ho adorato la maturità del libro, si perché se nel primo la scrittura era un po’ infantile già a partire dai nomi, qui si capisce l’evoluzione dei personaggi, alcune loro scelte del primo libro qui trovano una spiegazione oppure esce la vera natura dei personaggi… la Cass ci inganna, ci manipola il pensiero facendo frantumare tutte le mie certezze per poi ripararle cioè un colpo al cuore in pratica.
La storia riprende da dove l’avevamo lasciata in Selection e già dal primo capitolo ritroviamo America e Maxon ( la Cass non ci fa aspettare XDXD), anche se avevo delle perplessità sul triangolo America, Aspen, Maxon, cioè non avevo accolto bene come l’autrice aveva integrato e creato il triangolo amoroso che era una delle note di demerito in Selection, ma in Elite l’autrice è stata pazzesca bravissima a far interagire i personaggi tra loro, e mi è piaciuta anche che Maxon ancora non abbia scoperto l’identità di Aspen, mi è sembrata un’idea sensata quella di rimandare la situazione al libro successivo, comunque tutti i personaggi mi hanno sconvolto con qualche cambiamento, come America stessa che perde la sua sicurezza e acquista una sensibilità e realtà quasi tangibili, Maxon che da principe perfetto che era si fa alcune volte sfacciato e avvolte un filino prepotente ( ma dietro questo comportamento c’è una spiegazione ma dovete leggere il libro XDXD)  Aspen che alcune volte mi irrita ancora un po ma altre è così dolce che spera e conserva ancora l’amore per America che me lo fa quasi apprezzare di più, e Marlee che nel libro precedente non mi aveva convinto ma che dopo un capitolo particolarmente intenso fa capire il motivo del suo atteggiamento e quindi te la fa solo amare e suscita una dolcezza infinita.
Ci sono stati momenti in cui non riuscivo a leggere timorosa di quello che avrei trovato, e questo mi capitata raramente, e se accade significa che il libro vale <3
Ancor prima di iniziare questo secondo volume avevo rinunciato in partenza sulle aspettative che avevo ma mi ha veramente fatto felice che mi sia piaciuto così tanto, questo fa si che la mia voglia di leggere il terzo volume sia altissima, perché devo assolutamente sapere come finirà tra Maxon ed America!!!!

PS: Questa serie ha avuto una serie di recensioni contrastanti, c’è a chi è piaciuta molto,chi ha deluso in partenza e chi non si ancora fatto convincere del tutto, con la mia recensione ho dato una mia opinione che puo essere diversa da altri ma il mio unico consiglio è quella di leggerla per giudicare.

Serie The Selection

The Selection
The Prince 1.5
The Elite
The Guard 2.5


 
Autrice

Kiera Kass Nata e cresciuta nella Carolina del Sud, è un’orgogliosa figlia degli anni ’80. Nata da padre portoricano e madre bianca, non ha accento né ispanico né meridionale ma non ne capisce il motivo. Al liceo era appassionatissima di danza e teatro e anche dopo il diploma ha cercato di trasformare la sua passione in qualcosa di più, laureandosi in Musica e Teatro. Poi ha studiato Comunicazione e Storia. Oggi è moglie e madre. Vive a Blacksburg e ama trascorrere il tempo libero seguendo YouTube e Twitter e mangiando torte.



Nessun commento:

Posta un commento