TinyDropdown Menu BonBook: Recensione: Cursed di Jessica Spotswood

venerdì 3 gennaio 2014

Recensione: Cursed di Jessica Spotswood

Titolo: Cursed
Autrice: Jessica Spotswood
Editore: Sperling&Kupfer
Serie: The Cahill Witch Chronicles #2
Pagine: 336
Voto:


Trama

New England, fine Ottocento. Cate Cahill è sempre innamoratissima di Finn, il ragazzo che ha conosciuto frequentando la misteriosa libreria dove ha scoperto il Libro proibito con la profezia su di lei e sulle sue sorelle. Cate, Maura e Tess sono streghe, una di loro, con i suoi poteri, potrà cambiare il corso della Storia, ma una di loro è destinata a morire prima della fine del secolo. Cate, che ha promesso alla madre di vegliare sulle sorelle, vive la rivelazione della profezia come un incubo. Ne è ossessionata. Ama troppo le sue sorelle e cerca di frenare la loro autonomia. Nella famiglia Cahill si scatena una guerra e Cate per salvare tutti rischia di perdere l’amore della sua vita.

Cosa ne penso …

Libro  secondo della serie “ i segreti delle sorelle Cahill” devo dire che mi è piaciuto come il primo se non di più, mi ricorda un po Hunger games , il canto della vittoria, perché in una prima parte Cate non sa cosa fare e non sa a chi rivolgersi come Katniss, e quindi mi ha ricordato molto lei.
Cate in questo libro è più matura e decide di lasciare alle sorelle un po più di corda se si può dire, Maura ( che giuro strozzerei) ha un evidente bisogno di essere accetta dalle sorelle, ma tutto quello che fa è sbagliato, e mi sembra cosi cieca, un mulo quasi, Tess è una piccola donna, non sembra una ragazzina di 12 anni, anzi si vede che ragiona come una ragazza matura che non pensa a frivolezze, ma che ogni tanto dovrebbe comportarsi più da bambina. E la storia riparte quasi due mesi dopo la fine del primo romanzo, con Cate nella Sorellanza, senza il suo adorato Finn e senza se sue sorelle. Come dicevo prima li libro nella prima parte è un po spaesato perché Cate non sa di chi si può fidare e di chi invece cerca di usarla e la vuole sfruttare solo per la profezia, ma grazie all’oracolo ( Brenna) la Confraternita scopre che una delle 3 strege della profezia, non solo è una strega ma anche un oracolo, (  tra le tre è molto semplice capire chi sarà anche l’oracolo!) e da qui si avvia una pesante osservazione sulle tre Cahill per capire chi è. Maura ostenta un atteggiamento da galletto del pollaio secondo me, e la cosa che alcune volte mi stupisce è che Cate è gelosa di questa sua popolarità quando anche lei è evidentemente apprezzata, comunque il rapporto tra le due sorelle sembra ormai irrecuperabile, e coinvolge anche Tess, la struttura de libro è molto semplice da capire ( come in Shadowhunters: il corpo della storia non è mai originale) mi spiego:
in entrambe le serie la storia inizia sempre con un incipit che si ricollega ai libri precedenti, poi un momento romantico, il continuo della narrazione, momento romantico, continuo narrazione, momento romantico, momento di Spanunng e la fine, cioè non so se anche voi vi accorgete di questi dettagli ma io  so quando aspettarmi determinati momenti, comunque questa è un libro migliore del precedente, perché se ne primo si avverte un insolita inquietudine per la paura di essere scoperto, il secondo è più una ricerca della verità ed anche Cate è più attiva e desiderosa di sapere sempre di più sulla profezia e sul destino delle sue sorelle.
Il libro merita quindi non vedo l’ora di leggere il 3, l ho aspetto con ansia, infine devo dire che le copertine italiane sono davvero belle, una rarità per l’italia XD

I segreti delle sorelle Cahill

Wicked
Cursed
Fated

Jessica Spotswood

Jessica Spotswood è nata in una piccola cittadina della Pennsylvania, dove nuotava, suonava il clarinetto, imparava copioni per le recite scolastiche o leggeva un libro.
Scrive da quando era bambina ma ha studiato teatro all’università.
Adesso vive a Washington, DC con il marito e un gatto di nome Monkey. 

Nessun commento:

Posta un commento