TinyDropdown Menu BonBook: Recensione: Ritrovarsi di Judith McNaught

lunedì 30 dicembre 2013

Recensione: Ritrovarsi di Judith McNaught

Titolo: Ritrovarsi
Titolo originale: Until you
Autore: Judith McNaught
Anno: 1994
 Saga: 3#WESTMORELAND DINASTY
Epoca Regency: 1815-1820 d.C.
Voto:

Trama:

America, primi anni dell’Ottocento: Sheridan Bromleigh , in veste di chaperon, accetta di accompagnare in Inghilterra l’ereditiera Charise Lancaster, promessa sposa di lord Burleton. Ma ecco che il destino scompiglia le carte: durante il tragitto, Charise fugge con uno sconosciuto e, al porto di Londra, ad accogliere la costernata Sherry, anziché Burleton si presenta Stephen Westmoreland, conte di Langford, giunto per annunciare a quella che crede la giovane Lancaster la prematura morte del fidanzato. Tuttavia, prima che Sherry possa rivelare la propria identità, un fortuito incidente le fa perdere la memoria. Si risveglia tre giorni dopo, nella sontuosa dimora del conte, stordita e confusa, sentendosi chiamare miss Lancaster. È ignara di tutto, ma non del fatto che quell’affascinante e colto inglese la attrae irresistibilmente…

Cosa ne penso…

Un altro capolavoro di una delle mie autrici preferite Judit Macnaught, capitolo conclusivo della saga Westmoreland, è la volta di Stephen, personaggio che avevamo già incontrato nei libri precedenti, che mi ha sempre colpito.

Il libro narra le vicende della sfortunata Sheridan dama di compagnia americana, che è scelta come chaperon di una giovane destinata al matrimonio con un baronetto inglese, ma durante il viaggio, la giovane sposa fugge e lascia la povera Sheridan in crisi isterica, nello stesso momento il nostro giovane Stephen, conduce una vita dissoluta che per uno sventurato incidente investe un baronetto per strada, da qui si intrecciano le storie di Sheridan e Stephen, lui che va incontro alla futura sposa rimasta vedova prima del matrimonio e lei che va incontro ad un Baronetto per spiegare l’incresciosa situazione della fuga della moglie, ma ciò che si trovano davanti  non è quello che si aspettavano, così per sfortuna/fortuna Sheridan ha un incidente e perde la memoria, da qui si aprirà una storia piena di colpi di scena e devo dire molto divertente, questo di libro devo dire che è stato molto più divertente e coinvolgente dell’altro, i personaggi sono più definiti più emotivi e l’autrice è stata bravissima a far capire al lettore ogni pensiero dei protagonisti ( beh come sempre) … e una cosa che mi ha piacevolmente sopreso è che l’autrice ha fuso due saghe, quella dei Westmoreland e quella della Sequels serie ( con i protagonisti di “Sarà per sempre” e di “ Qualcosa di meraviglioso”), devo dire che non me l’aspettavo perche è stato bello ritrovare personaggi che ho amato tanto e che mi hanno ricordato quanto erano meravigliosi i loro libri =)
Comunque  il libro è un capolavoro, solo mi hanno lasciata alcune punti interrogativi, e di solito la Macnaught è cosi dedita ai dettagli che he è valso un 4/5 al libro.
Fatemi sapere se a voi il libro è piaciuto  !!!!!!
Da dire che io adoro tutte le copertine originali di Judith Macnaught!!!

Westmoreland                                               

come in un sogno
Whitney, amore mio
ritrovarsi
Miracles“ in A Holiday of Love, & in Simple Gifts

L’autrice

Judith McNaught, classe 1944, è una delle regine del Romance tradizionale made in USA ed è considerata fra le 'inventrici' del Regency romance moderno, ma si è cimentata con successo anche con il genere contemporaneo. I suoi romanzi hanno venduto oltre  30 milioni di copie in tutto il mondo. Prima di dedicarsi a tempo pieno alla scrittura, Judith  ha lavorato nel campo della produzione televisiva ed è  stata il primo executive producer donna alla stazioen radio CBS.
Il suo primo libro, Whitney, My Love, scritto fra il 1978 e il 1982, trovò difficoltà inizialmente a trovare pubblicazione perchè introduceva innovazioni all'interno del genere Regency . Nei suoi  romanzi  l'eroe veniva presentato prima dell'eroina  e le sue trame si allontanavano dai Regency tradizionali, vivaci storie romantiche brevi con sensualità quasi inesistente, proponendo invece intrecci più lunghi del normale ricchi di sensualità e intensità emotiva, più lunghi del normale . Nonostante i problemi iniziali, una volta pubblicato, Whitney, My Love ottenne un grande successo e convinse gli editori a cercare per il futuro storie  Regency scritte in  uno stile simile. Sposata quattro volte, la McNaught vive attualmente in Texas ed è molto attiva nel sostegno di  organizzazioni che combattano l'analfabetismo.



Nessun commento:

Posta un commento