TinyDropdown Menu BonBook: Recensione di Wicked di Jessica Spotswood

lunedì 23 dicembre 2013

Recensione di Wicked di Jessica Spotswood



Titolo: Wicked, I segreti delle sorelle Cahill
Autrice: Jessica Spotswood
Editore: Sperling & Kupfer
Serie: The Cahill Witch Chronicles #1
Voto:

Trama

Cate Cahill ha sedici anni e una grande responsabilità: ha promesso alla madre morente di proteggere sempre le sorelle. Un compito tutt’altro che facile, visto che le tre sorelle Cahill sono streghe. E visto che una crudele confraternita di monaci le perseguita per metterle al rogo. Grazie al diario della madre, Cate scopre l’esistenza di un’eccentrica libraia e di suo figlio, il bellissimo Finn. Cate e Finn leggono i Libri Proibiti, dove si parla di un’antica profezia che sembra riguardare proprio le sorelle Cahill.

Cosa ne penso

Wicked è un romanzo che non ci si aspetta, convincente e pieno di suspance, si perché si resta sempre con il fiato sospeso per paura che le nostre sorelle cahill vengano scoperte e condannate come streghe, ciò che sono in realtà.
Il libro è narrato da Cate la maggiore delle sorelle Cahill, ed ambientato a fine ‘800, in New England, governato dalla Confraternita una associazione maschile che perseguita le streghe e le condanna, Cate che dopo la morte della madre si è presa la responsabilità di crescere le sue sorelle, essendo però lei bambina, ormai 16enne quasi 17enne, nella comunità dove abitano si deve fare una scelta, se entrare nella sorellanza una confraterità femminile devota al signore( per così dire) oppure sposarsi, Cate è combatutta perché non solo deve proteggere le sorella dalla Confraternita ma sente tutto il peso delle responsabilità sulle spalle, con un padre assente una madre che le ha lasciato il carico delle sorelle, combattere contro la nuova istitutrice che gli mette contro sua sorella Maura ( che avvolte è una vera e propria balla al piede), tutto sembra veramente molto apocalittico, ecco che spunta una luce, quando in fondo al tunnel, Finn un ragazzo che conosce da sempre ma che non le è mai stato particolarmente a genio, la sostiene e le da un po di forza, Cate non sa di chi fidarsi e chi tenere allo scuro dei suoi segreti.
Il libro mi è piaciuto moltissimo, al punto che già ho ordinato il secondo, con un inizio un po lento, il libro si apre poi un un mondo che ricorda molto i processi alle streghe di Salem, ma non fate ingannare il libro merita proprio di essere comprato =), uno dei personaggi che non mi è piaciuto proprio è la madre scomparla che sembra essersi lavata le mani delle figlie, dopo aver scoperto di una profezia alquanto apocalittica, una scoperta che mi ha lasciato di stucco è un segreto che custodisce Maura, che devo dire mi ha colto alla sprovvista e mi ha lasciato a bocca aperta, solo un altro libro mi aveva dato questa sensazione ed è shadowhunte,citta di ossa,  comunque lo consiglio caldamente a chi cerca un pò di mistero e un amore che lascia con il caldo nel cuore. <3 o:p="">

I segreti delle sorelle Cahill


Jessica Spotswood

Jessica Spotswood è nata in una piccola cittadina della Pennsylvania, dove nuotava, suonava il clarinetto, imparava copioni per le recite scolastiche o leggeva un libro.
Scrive da quando era bambina ma ha studiato teatro all’università.
Adesso vive a Washington, DC con il marito e un gatto di nome Monkey. 






1 commento:

  1. Ciao Marti :D Di questa trilogia ho letto solo questo primo volume e ne ho un ricordo molto positivo. Cercavo uno YA con un' ambientazione diversa dal solito paesino americano contemporaneo, e appena lessi la trama ne rimasi incuriosito. Ammetto di avere comprato questo libro con la speranza di trovare una saga che mi ricordasse quella di Gemma Doyle. Ho già a casa il secondo volume e spero presto di continuare questa trilogia.

    Vale-tu-sai-chi <3

    RispondiElimina